You are here

I Comunisti Italiani preparano le provinciali. I Radicali contro la legge sulla fecondazione assistita

Testo: 

Ieri si è registrato un doppio appuntamento congressuale.

Giornata congressuale, ieri, sia nella Destra che nella Sinistra Tagliamento.
A Udine si sono riuniti i Radicali Friulani, presieduti dal pordenonese Stefano Santarossa. Confermata la fiducia alla direzione politica, allo stesso Santarossa e al neoeletto tesoriere Emanuele Pippolo. Votata quasi all'unanimità la mozione presidenziale, con il programma dei prossimi mesi. Verrà rilanciato l'ambizioso progetto dei Radicali per un Friuli Venezia Giulia Regione americana: presidenzialismo, federalismo, sistema elettorale uninominale maggioritario. Si è parlato pure del referendum per cancellare la legge sulla fecondazione assistita.
«Uno strumento - è la tesi di Santarossa - che non soltanto vieta il ricorso alla fecondazione eterologa e rende proibitivo per le donne sopra i 35 anni accedere a tali cure, ma vieta anche, in forma definitiva, ogni ricerca sulle cellule staminali embrionali».
Congresso provinciale alla Casa del Popolo di Torre invece per i Comunisti Italiani, prima fase di un percorso che porterà lo schieramento guidato in loco da Valentino Grizzo a confrontarsi politicamente anche nei meeting regionale e nazionale, fissato per il 20, 21 e 22 febbraio a Rimini. Alla presenza di alcuni ospiti dell'arcipelago della Sinistra, in primis il rifondatore Michele Negro, il segretario regionale Antonio Cuffaro e il vice Lucio Fella, insieme allo stesso Grizzo hanno sviluppato la discussione anche sulle prossime consultazioni provinciali.

Data: 
Lunedì, 12 January, 2004
Autore: 
Fonte: 
IL GAZZETTINO - Pordenone
Stampa e regime: 
Condividi/salva