You are here

Procreazione, lavoreremo al referendum

Testo: 

Nei prossimi giorni contatteremo gli amici laici, di entrambi gli schieramenti,per istituire al più presto un anche in regione Friuli Venezia Giulia il comitato per il referendum sulla procreazione assistita aperto a tutte le forze politiche, a prescindere dagli schieramenti.
Condivido in pieno le valutazioni sul testo espresse dal Senatore Del Pennino, appartenente al centrodestra, che lo ha definito "orrendo e scritto coni piedi dal punto di vista anche tecnico-giuridico". Sono certo che troveremo in molti esponenti di Forza Italia i migliori alleati in questa battaglia referendaria, in particolare quelli provenienti dal mondo laico e socialista che non si identifica di certo in questo tipo di legge.
Questa legge è sbagliata e pericolosa, contro i diritti del malato e restrittiva come in nessun altro Paese. Nel merito del testo approvato Claudio Giorlandino, presidente del Forum delle associazioni di diagnostica, genetica e riproduzione, ha fatto un quadro di cosa succederà se la legge verrà applicata così come é. «In Italia avremo 15mila bambini in meno - ha spiegato - tanti sono infatti le nascite tramite pma; non si potrà preselezionare l'embrione anche se portatore di anomalie cromosomiche, salvo poi abortire; le donne oltre i 35 anni non potranno piu' avere figli perche' tre embrioni sono pochi; invece per le giovani c'é il rischio di gravidanze triple che hanno tra il 20 e il 30% di rischio di handicap cerebrali».

Stefano Santarossa
Presidente Radicali Friulani

Data: 
Domenica, 14 December, 2003
Autore: 
Fonte: 
GAZZETTINO - Lettere
Stampa e regime: 
Condividi/salva