You are here

Congresso "vigilato" Forza Italia riparte

Testo: 

Dettate le "prescrizioni" romane
Necessaria un'ampia maggioranza

Pordenone
Sì al congresso. Ma vigilato, quasi sotto tutela, con contenuti politici, senza alzare i toni e soprattutto evitando la mera conta delle tessere. Alla fine la pattuglia provinciale di Forza Italia (anche se alcune posizioni non erano in sintonia) l'ha spuntata. Il congresso provinciale si farà, ma non dovranno essercispargimenti di sangue, nessuna tensione e possibilmente l'unità del partito. Se questa non sarà sarà possibile andrà bene anche una larga maggioranza con il voto. Meglio però una lista unitaria, seppur differenziata. La data ideale dovrà essere non prima del 15 gennaio e non più tardi di fine febbraio per non creare tensioni agli appuntamenti elettorali, amministrative ed Europee che si terranno a primavera. Sono queste, in estrema sintesi, le prescrizioni che a Roma si sono sentiti ripetere Antonio e Giuseppe Pedicini, Franco Giannelli e Isidoro Gottardo. Mancava Elio De Anna, in viaggio per gli Stati Uniti. Ma non è tutto. Dovrà anche essere creato un comitato elettorale per la regia delle Provinciali e altri organismi simili nei Comuni in cui si rinnova il sindaco. Resta il fatto che il risultato maggiore è stato portato a casa: la fine del commissariamento (all'incontro nella capitale era presente anche l'europarlamentare Renato Brunetta) e lanuova era per il partito Azzurro in provincia.
Ma da indiscrezioni è uscito anche un altro passaggio non da poco: le liste elettorali per le Provinciali (De Anna non si discute) e l'avallo ai candidati sindaci di Forza Italia, dovrà essere fatto prima del congresso. Come dire insomma che a gestire questa fase delicata sarà proprio Brunetta. Una situazione che non piace affatto ad una larga parte del movimento. Ma potrebbe essere ilpedaggio da pagare. Altra indicazione forte: obbligo di rinnovare il tesseramento e soprattutto dal congresso dovranno uscire programmi, idee e dibattito politico.
Loris Del Frate

Data: 
Venerdì, 14 November, 2003
Autore: 
Fonte: 
IL GAZZETTINO - Pordenone
Stampa e regime: 
Condividi/salva