You are here

I Riformatori presidenzialisti chiedono l'abolizione delle pensioni di anzianità

Testo: 

Il programma di Christina Sponza

Un programma elettorale che spazia dall'abolizione delle pensioni alla legalizzazione dell'eutanasia, dalla modifica del sistema elettorale alla separazione delle carriere per i magistrati, quello presentato ieri da Christina Sponza, candidata dei Riformatori presidenzialisti alle elezioni suppletive di fine ottobre che, nel Collegio 2 di Trieste, stabiliranno chi sarà il sostituto di Riccardo Illy al Parlamento.
«Non si può non tener conto che questa elezione si svolge a legislatura ben avviata e già in declino. È quindi evidente che nessun contributo innovativo - ha detto la Sponza - potrebbe essere portato da un deputato appartenente allo schieramento di maggioranza o opposizione». E proprio sulla «diversità» di questa candidatura, sostenuta dai Radicali, Christina Sponza vuole attirare l'attenzione dell'elettorato che, promette la candidata, sarà coinvolto in modo diretto anche dopo la sua elezione.
Per ciò che riguarda la parte istituzionale, la proposta è quella di una modifica del sistema elettorale per un sistema maggioritario in collegi uninominali, del voto elettronico e dell'utilizzo di Internet per la divulgazione degli atti, dell'abolizione del quorum per i referendum, così come del finanziamento pubblico ai partiti.
Tra i punti più «rivoluzionari» rispetto a quanto sostenuto dagli altri candidati, troviamo l'abolizione delle pensioni di anzianità («per evitare il fenomeno dei baby pensionati») e l'innalzamento dell'età pensionabile. Per ciò che invece riguarda la sfera privata del cittadino, i Riformatori presidenzialisti promettono di proporre la legalizzazione dell'eutanasia, della «pillola abortiva» e della prostituzione. Ma anche la sburocratizzazione delle pratiche per ottenere un'adozione e la riduzione dei tempi per quelle relative al divorzio. Libertà di scelta tra sanità pubblica e privata, e riconoscimento delle coppie di fatto («anche omosessuali») completano la sfera relativa agli argomenti che più da vicino interessano l'individuo. Per quanto riguarda la giustizia invece, se dovesse venir eletta Christina Sponza chiederà di introdurre la responsabilità civile dei magistrati e la separazione delle carriere in magistratura.
r.c.

Data: 
Mercoledì, 1 October, 2003
Autore: 
Fonte: 
IL PICCOLO - Trieste
Stampa e regime: 
Condividi/salva