You are here

L´indultino un successo dei radicali

Testo: 

Successo pieno dell'azione nonviolenta iniziata il 7 dicembre (da allora, 54 giorni di sciopero della fame). E, nella tradizione delle affermazioni civili dei radicali, non ci sono sconfitti: vincono i detenuti, i cittadini, il parlamento. Ora, appuntamento nelle carceri di Pordenone, Udine, Gorizia e Trieste, con il modulo per chiedere l'indultino e quelli per denunciare l'illegalità delle carceri italiane.
Ieri (31 luglio, ndr) si è realizzato il successo dell'azione nonviolenta condotta da Daniele Capezzone, segretario di radicali italiani, insieme con migliaia di detenuti dal 7 dicembre scorso. Con l'approvazione dell'indulto l'Italia recupera un po' di terreno sulla strada della legalità e della decenza civile.
Ora, in questo mese di agosto, l'azione si sposta nelle nelle carceri e nella nostra regione negli istituti carcerari di Pordenone, Udine, Gorizia e Trieste, dove sarà distribuito il modulo per richiedere l'indultino e quelli per denunciare le illegalità delle condizioni di detenzione.

Stefano Santarossa
Presidente dei Radicali friulani

Data: 
Giovedì, 7 August, 2003
Autore: 
Fonte: 
IL GAZZETTINO - Lettere
Stampa e regime: 
Condividi/salva