You are here

L'ACCUSA. Lenarduzzi (Radicali): questa è una norma voluta dalla nuova sinistra reazionaria

Testo: 

UDINE. "Si dovrebbe dire, in merito alla questione della legge sugli assessori, che il neogovernatore regionale Illy, è il garante della nuova "sinistra reazionaria" regionale. Quella protesa in difesa di indifendibili vantaggi o privilegi corporativi, non difende né le libertà né le possibili innovazione regionale di cui un presidente innovatore dovrebbe farsi carico. La norma sul vitalizio degli assessori agganciato a quello dei consiglieri regionali- afferma Gianfranco Leonarduzzi dei radicali italiani - evidenzia il cedimento della maggioranza di fronte alle pressioni delle varie anime della coalizione di governo. «Siamo solo agli inizi, e assistiamo già ai primi ricatti e forzature. Un cattivo segnale che dimostra come la nostra regione rischi pericolosamente di ritrovarsi immobile di fronte alle urgenze che sono state propagandate in campagna elettorale sui temi del mercato del lavoro e del Welfare.
Questi privilegi-conclude Leonarduzzi- si scontrano fatalmente con il problema della disoccupazione, del finanziamento dei progetti universitari, delle agevolazioni alle piccole medie imprese. A questo punto dopo la battaglia referendaria sulla legge elettorale dello scorso anno, promossa anche dai radicali, invitiamo le forze politiche dell'opposizione a fare fronte comune nella raccolta delle firme per abrogare un provvedimento da fascio corporativo».

Data: 
Mercoledì, 6 August, 2003
Autore: 
Fonte: 
MESSAGGERO VENETO - Regione
Stampa e regime: 
Condividi/salva