You are here

Giacomello eletto a Udine sud

Testo: 

L'esponente della lista civica di centro-sinistra è il nuovo presidente

Carlo Giacomello, 42 anni il 9 agosto, imprenditore nel commercio siderurgico, è il nuovo presidente della 4ª circoscrizione Udine sud. Rispettando dunque le previsioni dell'attesa, martedì sera durante la prima riunione del rinnovato consiglio di quartiere Giacomello ha ricevuto la fiducia dei suoi consiglieri.
Ma il debutto dell'assemblea è stato tutt'altro che una formalità, tra due schieramenti che diventano quattro gruppi, la minoranza che abbandona l'aula e il fluire dei veleni da post campagna elettorale. Il consiglio parte dunque dalla convalida degli eletti, prassi che dovrebbe subito cedere il passo all'elezione del presidente e poi, come da punti all'ordine del giorno, alla composizione dei gruppi consiliari. Ezio Pravisano (Fi), invece, chiede e ottiene di invertire l'ordine dei punti e arriva così la prima sorpresa. Giulio Menossi, eletto tra le fila di Fi, ma tra fondatori della civica Noi Udine Sud, oggi schieramento di maggioranza nella circoscrizione, prende la parola per comunicare la creazione del gruppo Antiproibizionista, liberale e libertario cui aderisce e del quale sarà il capogruppo.
A comporre Fi, invece, saranno Pravisano, capogruppo dello schieramento, Alessandro Covassi, Carlo Russo e Carlo Zucchini. Davanti ai due gruppi di minoranza, la controparte sorride, almeno fino a quando, annunciata la candidatura di Giacomello e affidato il ruolo di capogruppo a Franco Gremese, Giannino Vignando dichiara la propria contrarietà e decide di fondare il sottogruppo di maggioranza laico-liberal socialista, di cui sarà il capogruppo.
Sistemate le squadre consiliari c'è da eleggere il presidente e vista la presenza di un unico candidato Pravisano chiede a Giacomello di enunciare il proprio programma. E a nulla serve che il candidato presidente illustri gli argomenti sui quali puntare durante i prossimi cinque anni, dal rifacimento della zona sportiva di via Pradamano, alla possibilità di ampliare la zona servita dagli autobus, fino al voluto coinvolgimento nella riconversione dell'area ex Safau. Pravisano vorrebbe le scuse, ma lo dirà solo prima che il suo gruppo e Menossi abbandonino l'aula, per i volantini elettorali di Noi Udine Sud appesi nella bacheca degli avvisi parrocchiali. Ma Giacomello non ci pensa nemmeno: «I ciclostilati li ho messi io in bacheca - dichiarerà alla fine il presidente - con il permesso del parroco che decide delle affissioni nella teca. Ma non accetto accuse da un Centro-destra che alle ultime elezioni ha compiuto gesti gravi». In questo clima, preludio dei cinque anni che lo attendono, Giacomello ha quindi ottenuto i voti dei colleghi di lista con l'unica defezione di Vignando che ha dato il proprio voto alla collega di maggioranza Antonella Varutti. Ora a Giacomello spetterà la nomina del proprio vice, che, senza sorprese, sarà Andrea Silverio.
Anna Buttazzoni

Data: 
Giovedì, 10 July, 2003
Autore: 
Fonte: 
MESSAGGERO VENETO - Udine
Stampa e regime: 
Condividi/salva