You are here

I Radicali contro l’Atap «No al business inceneritore»

Testo: 

Domenica 24 Luglio 2011,
PORDENONE - «L’Atap intende entrare nel business dei rifiuti anziché migliorare il servizio di trasporto pubblico». Ad affermarlo è il radicale Stefano Santarossa, consiglire comuinale di minoranza a San Quirino dove la società del traporto ha illustrato i progetti futuri come multiutility. «Agli amministrotri di nomina partitica - aggiunge Santarossa - non pare prioritario reinvestire nel settore dei trasporti pubblici. Preferiscono invece ampliare il loro interessi in campi totalmente diversi, comprare quote nelle società immobiliari, gestire autoscuole e soprattutto inserirsi nel business d’oro dei rifiuti». «La società ha ammesso candidamente di volersi impegnare per la realizzazione del progetto di bruciare Cdr-Q come co-combustibile nel cementificio di Fanna. Tale soluzione, fortemente contestata, è altamente pericolosa per la salute dei cittadini ma fortemente voluta da settori della politica locale e dell’investitore principale (Cementizillo). Ora c’è da fare chiarezza su quale sia l’operazione in corso e fare chiarezza sui numeri».

Data: 
Domenica, 24 July, 2011
Autore: 
_
Fonte: 
IL GAZZETTINO - Pordenone
Stampa e regime: 
Notizie dai consigli comunali: 
Condividi/salva