You are here

I RADICALI LANCIANO DAL PROSSIMO 3 MARZO LO SPOT PRO EUTANASIA SU TELEPORDENONE

Testo: 

Eutanasia in greco antico significa letteralmente “buona morte”: con questo termine si definisce quindi l’intervento medico volto ad abbreviare le sofferenze di un malato terminale.
Il progresso della medicina, che ha reso possibile il prolungamento della vita anche in condizioni per molti non accettabili, e il fenomeno dell’eutanasia clandestina impongono con urgenza il tema all’attenzione generale.
L’Associazione Luca Coscioni chiede che venga svolta un’indagine conoscitiva che riveli l’effettiva consistenza del fenomeno legato all’eutanasia clandestina, e che si possa aprire un dibattito pubblico nel quale domandarsi se debba considerarsi vita, e in quanto tale intangibile, quella di chi patisce sofferenze intollerabili, ovvero se l’eutanasia, praticata in un contesto di regole precise, costituisca piuttosto un’espressione di libertà e di dignità dell’individuo.
I radicali friulani hanno deciso di far trasmettere a partire dal prossimo 3 marzo lo spot pro eutanasia dall'emittente Telepordenone."Noi diciamo no al decreto Calabrò dettato dalle gerarchie vaticane e sì all'autodeterminazione dell'individuo affichè il paziebte possa fare le sue scelte. Vogliamo aprime il dibattito sull ’eutanasia,perhè sia praticata in un contesto di regole precise,come espressione di libertà e di dignità dell’individuo."
La campagna prevede la messa in onda dello spotsu Telepordenone prima del tg delle 19.15 dal 3 al 5 marzo e dal 10 al 12 marzo.

Autore: 
Stefano Santarossa
Condividi/salva