You are here

Lista Saro in tutte le circoscrizioni

Testo: 

Pasquetta di lavoro per il movimento che incassa l'appoggio del Nuovo Psi. Il rebus dei radicali
Arduini: «Presenti dappertutto». De Michelis e Craxi in campo

TRIESTE «Presenteremo candidati in tutte le circoscrizioni. Da Udine a Tolmezzo, da Pordenone a Gorizia sino a Trieste, lanceremo la nostra sfida in difesa dell'autonomia, dell'orgoglio e dell'indipendenza del Friuli Venezia Giulia». Il tempo stringe, i problemi organizzativi non mancano, ma Ferruccio Saro e i suoi supporter non si spaventano. Anzi. Pietro Arduini, il leghista che rifiuta la candidatura di Alessandra Guerra e i diktat di Roma e Arcore, muove all'attacco. E assicura che la Lista Saro, «sfida» ai visitors e al falso bipolarismo, intende presentarsi dappertutto. Persino in quella Trieste che, sulla carta, appare la più ostica. La più difficile.
«Nel giro di pochi giorni risolveremo le ultime questioni. E quindi partiremo con la raccolta di firme e con la campagna elettorale» dà man forte Saro. È il giorno di Pasquetta ed è il giorno del suo compleanno, ma il deputato ribelle di Forza Italia non va in relaz. A Udine, al contrario, il candidato presidente dell'ardita scommessa si incontra con Arduini e con il verde Mario Puiatti, per «un comune ragionamento». Non è forse vero che i radicali, sostenitori della prima ora del progetto di Saro, accarezzano l'idea di presentare una lista autonoma? «Ipotesi affascinante. Ma non paga sul piano elettorale» osserva, però, Arduini. Pur sapendo che spetta ai radicali l'ultima parola. E che Saro, di certo, non intende perdere l'apporto preziosissimo di Marco Pannella e colleghi.
Quello del Nuovo Psi, dopo la «sparata» del week end, è invece assicurato. Anche su un'unica lista. Alessandro Gilleri, dopo un incontro con Saro, garantisce infatti pieno appoggio e preannuncia il diretto impegno in campagna elettorale di Gianni De Michelis e Bobo Craxi. «Parteciperemo alla costituzione del movimento che si farà portatore del disagio emerso in conseguenza dei visitors che hanno candidato la Guerra e dell'appiattimento di Illy su Rifondazione» annuncia Gilleri, spiegando che il Tatarellum impedisce la presentazione autonoma del Garofano e auspicando che i radicali definiscano a breve la partecipazione ad «una battaglia di democrazia, autonomia e libertà».

Data: 
Martedì, 22 April, 2003
Autore: 
Fonte: 
IL PICCOLO - Regione
Stampa e regime: 
Condividi/salva