You are here

SAN QUIRINO. Polizia mortuaria il consiglio cambia il regolamento

Testo: 

SAN QUIRINO - (ma.mi.) Il consiglio comunale, nella seduta di giovedì sera, ha approvato all'unanimità delle modifiche sostanziali al regolamento di polizia mortuaria. Non sarà più possibile prenotare in anticipo i loculi e prolungare la loro concessione di 30 anni in 30 come avveniva sinora, a sua volta evoluzione dei precedenti “contratti” d'affitto di questi spazi per 99 anni. «La nuova norma prevede un utilizzo del loculo per 40 anni, ma senza possibilità di rinnovo (al raggiungimento dei termini avviene il trasferimento all'ossario, ndr) - ha informato il sindaco Corrado Della Mattia -. Siamo arrivati a questa decisione considerando come non avesse senso costruire sempre nuovi loculi, avendone decine e decine di già impegnati, ma non utilizzati». A chi ha già la prenotazione per i 30 anni verrà concesso il prolungamento a 40. La volontà di acquisizione del loculo, il cui costo sarà rivisto a breve dalla giunta comunale, va comunicata ai parenti. Per chi non ne avesse è necessaria una deposizione testimoniale all'ufficio anagrafe.

Alla recente riunione consiliare, a cui non hanno partecipato, previa “giustifica”, i consiglieri del Pd De Bortoli e Pavan, che avevano presentato diverse mozioni ed interrogazioni, è stato approvato, sempre all'unanimità, anche l'accorpamento della segreteria comunale con Barcis, servizio da tempo condiviso, e Zoppola, comune con cui San Quirino è in Aster. «Apprezziamo questa razionalizzazione delle risorse - ha commentato il capogruppo di Unione per San Quirino, Stefano Santarossa -. Un metodo che suggeriamo di adottare anche per gli uffici tecnici, in particolare per il settore Lavori pubblici. I nuovi dipendenti di cui necessita potrebbero essere condivisi con altre realtà».

© riproduzione riservata
(Sabato 17 Aprile 2010)

Data: 
Sabato, 17 April, 2010
Autore: 
(ma.mi.)
Fonte: 
IL GAZZETTINO - Pordenone
Stampa e regime: 
Notizie dai consigli comunali: 
Condividi/salva