You are here

I radicali appoggiano Saro

Testo: 

Il segretario nazionale Capezzone: è la giusta resistenza ai due poli

UDINE. «L'elettorato del Friuli-Venezia Giulia ha bisogno di un'alternativa al vecchiume che oggi unisce i due Poli: quello del potere esistente, e cioè di Riccardo Illy, e quello razzista e scalcinato della Lega di Beppino Zoppolato». E l'alternativa, per Daniele Capezzone, segretario nazionale dei Radicali italiani, porta il nome di Ferruccio Saro, l'ex coordinatore provinciale di Forza Italia a Udine, che ha ufficializzato la nascita della lista civica con la quale si presenterà alle elezioni regionali dell'8 giugno.
L'idea di un accordo con Saro è giunta direttamente da Roma: «Ho proposto di costruire qualcosa di diverso - ha spiegato Capezzone, interpellato telefonicamente dall'Ansa -: non una semplice lista, ma un progetto politico alternativo ai due poli che si richiami alla grande tradizione radicale, socialista e liberale di Loris Fortuna» Il segretario nazionale dei Radicali ha precisato che la sua proposta non è diretta al solo Saro, ma anche a tutti coloro che vorranno aderire al progetto: «Socialisti, liberali e quanti non sono contenti di questo Ulivo e di questa Casa delle Libertà».
L'«alternativa» immaginata da Capezzone punta a sostituirsi tanto al centrosinistra di Riccardo Illy («che mette insieme - ha affermato il leader radicale - le oligarchie esistenti in regione e il vecchio ceto politico della sinistra»), quanto al centro-destra («che - ha aggiunto Capezzone - ha scelto di essere egemonizzato dalla Lega di Beppino Zoppolato, prima ancora che di Alessandra Guerra, e che adotta posizioni inaccettabili sui temi delle libertà individuali e della famiglia»).
Se il progetto avrà fortuna sarà soltanto il tempo a dirlo: «Nei prossimi tre-cinque giorni - ha dichiarato Capezzone - capiremo se esistono le condizioni perchè il progetto vada in porto. Ma per quel che mi riguarda, sono convinto che la maggior parte dei cittadini del Friuli-Venezia Giulia non vuole dover scegliere tra la Lega di Zoppolato e il vecchio apparato di sinistra alleato con il potere della Regione».

Data: 
Domenica, 20 April, 2003
Autore: 
Fonte: 
MESSAGGERO VENETO - Regione
Stampa e regime: 
Condividi/salva