You are here

SANTAROSSA (RADICALI) Tondo erede di Loris Fortuna, radicale e socialista

Testo: 

La presa di posizione di Renzo Tondo di sostegno a Gianfranco Fini sul testamento biologico conferma che nella nostra Regione la tradizione di Loris Fortuna, doppia tessera radicale e socialista, non si è spenta. Sono perfettamente d'accordo con il Presidente Tondo quando afferma che "su questo tema è che meno si legifera meglio è". Il disegno di legge sul biotestamento votato dal Senato è infatti inaccettabile. Piuttosto che la legge Sacconi-Roccella-Vaticano meglio, davvero, nessuna legge.
Già durante il caso di Eluana Englaro, il Presidente Tondo si scontrò con diversi esponenti del Pdl che invitavano la Regione a bloccare il protocollo di distacco del sondino come prescritto dal decreto del Tribunale di Milano.
Sorprende invece come il Partito democratico, con la sola eccezione di Ignazio Marino, non sia ancora riuscito, dopo mesi di dibattito interno, a organizzare uno straccio di campagna per impedire l’approvazione di una legge contro il testamento biologico.
Dopo la decisione del Presidente Fini di opporsi a questa legge, è evidente che il ddl proibizionista approvato al Senato potrà passare alla Camera soltanto se i Radicali saranno lasciati soli a fare opposizione organizzata nel Paese, tra i cittadini e i medici, oltre che nelle aule parlamentari. Nel grigiore dei deputati e senatori di entrambi gli schieramenti è davvero significativa la presa di posizione laica e liberale di Renzo Tondo e per questo lo invitiamo a riprendere il dialogo con i radicali.

Autore: 
STEFANO SANTAROSSA
Condividi/salva

Commenti

Chissà se Tondo risponderà.