You are here

SANTAROSSA SCRIVE A FRANCESCA PAPAIS PER LA DOPPIA TESSERA

Testo: 

Al segretario provinciale PD
Francesca Papais

Cara Francesca,

dal nostro colloquio telefonico è emerso che l’attuale statuto del Pd non mi permetterebbe di avere la doppia tessera: ovvero l’iscrizione a Radicali italiani e al PD. La cosa mi sorprende. Nelle scorse elezioni politiche mi sono già trovato nella condizione di “doppia identità” politica, quando sostenni i candidati PD al Senato e alla Camera, dove la candidata era Maria Antonietta Coscioni oggi parlamentare radicale eletta nel PD.

Non ho mai avvertito una contraddizione inconciliabile tra le due militanze, anche alle scorse elezioni provinciali dove sostenni il candidato PD Girgio Zanin. Giova ricordare che all’interno dei gruppi parlamentari di camera e senato operano da un anno, e assai proficuamente, gli eletti radicali e livello locale il sottoscritto dal 2006 è capogruppo del centrosinistra nel Consiglio Comunale di San Quirino.

Ora ti chiedo se il fatto di essere iscritto ai Radicali italiani e presidente della Associazione Radicali Friulani mi debba impedire di recarmi nel circolo democratico del mio comune e chiedere la tessera del Pd.

Questo per continuare il percorso riformatore verso un partito democartico che possa anche inserire nel suo DNA i Radicali, partito e movimento politico e culturale storico, nonviolento, liberale, di lotte civili, ambientaliste e di ampio respiro internazionale.

Con la speranza di ritrovarci domani (ultimo giorno utile) al circolo del PD dove tu possa consegnarmi la tessera del PD.

Stefano Santarossa

Presidente di Radicali Friulani

Autore: 
STEFANO SANTAROSSA
Condividi/salva