You are here

Radicali - Santarossa pro Marino chiede la tessera del Pd

Testo: 

A fronte della candidatura del medico ed esperto di bioetica, Ignazio Marino, alla segreteria nazionale del Pd, Stefano Santarossa, presidente dei Radicali friulani, ha deciso di chiedere alla responsabile provinciale, Francesca Papais, il tesseramento al partito, pur mantenendo l’adesione al movimento di Pannella e Bonino.
«Tale richiesta – afferma – risponde all’urgenza del rinnovamento del Pd e la candidatura di Marino rappresenta una scossa, in un momento nel quale il rischio è quello di un processo involutivo dove decisioni e uomini vengono prese e scelti all’interno delle segreterie dei vecchi apparati dei vecchi partiti (Ds e Margherita)».
Santarossa rimarca che in questi anni «Ignazio Marino oltre ad aver sostenuto la battaglia di Beppino Englaro si è battuto in Parlamento per il rispetto della volontà del paziente, anche di poter legittimamente rifiutare dei trattamenti che procurano inutili sofferenze, ossia per il diritto alla libera scelta di ciascuno di noi rispetto alle terapie mediche. L’altro punto che mi convince nel programma di Ignazio Marino è la chiarezza nel porre la richiesta di una riforma dell’università e del mondo del lavoro che metta come cardine il riconoscimento del valore e del curriculum dei giovani. Che la meritocrazia e la trasparenza non siano una peculiarità del sistema universitario italiano è purtroppo un dato di fatto, anzi oggi i laureati si trovano davanti a meccanismi che tendono a penalizzare i giovani migliori».
Da qui la decisione «con la tessera radicale in tasca, di chiedere l’iscrizione ai democratici». In provincia esistono già delle adesioni alla componente Marino, tra le quali quella dell’esponente del movimento giovanile, Daniele Passone.

Data: 
Martedì, 14 July, 2009
Autore: 
_
Fonte: 
MESSAGGERO VENETO - Pordenone
Stampa e regime: 
Condividi/salva