You are here

La Lista Pannella trova consensi

Testo: 

ALCUNE INTERVISTE TRA LA GENTE CONFERMANO LA GRANDE POPOLARITA' DEL LEADER RADICALE
Per le regionali i delusi di Forza Italia guardano con interesse al "terzo incomodo"

Ieri vi abbiamo anticipato la notizia della presenza di Marco Pannella alla sfida elettorale di giugno. Ora arriva una conferma ufficiale da parte di Daniele Capezzone, segretario dei Radicali Italiani, il quale mantiene ancora il riserbo sulle modalità di questa partecipazione. La discesa in campo di Pannella scombina comunque i giochi dei due poli. Il leader radicale, infatti, incontra un vasto consenso sia a Trieste che in Friuli,entrambi stanchi di una politica che ripropone da sempre le stesse facce e gli stessi programmi.
E che, in barba a tutti i proclami sull'autonomia, il federalismo e la specialità della nostra Regione, si rivela "telecomandata" da Roma, come dimostra la vicenda della candidatura Guerra.
Che ne pensano i cittadini di questo "terzo incomodo"? Antenna 3 ha sondato l'opinione pubblica con alcune interviste raccolte tra i passanti di Piazza Unità. «Pannella? E' grande - afferma una giovane triestina. - Mi piacciono le sue idee, ma anche la sua persona. E' una simpatia che provo istintivamente... a pelle».
«Piace molto anche a me - aggiunge un amico della ragazza - soprattutto come persona, per il suo modo d'essere,al di là della politica». «Io ho sempre avuto grande stima di Pannella - dice un altro triestino (sui quarant'anni). - ricordo che quando ho fatto le mie prime esperienze di voto, lui c'era già qui a Trieste. Faceva dei dibattiti notturni, sulle emittenti locali, io lo seguivo molto. Ora lo potrei votare».
Un giovane osserva che «Marco sarà un osso duro in più per la Guerra», aggiungendo che potrebbe votarlo, ma vorrebbe prima conoscere il suo programma per questa regione. «Pannella - osserva un elegantissimo triestino di mezza età - è in grado di arricchire un contesto politico che altrimenti potrebbe non dirsi rappresentativo di tutte le posizioni presenti nell'elettorato. Quindi mi pare una candidatura da accogliere senza dubbio favorevolmente».
Fin qui le opinioni dei cittadini. Ma che ne pensano i politici? Dopo la solenne investitura di Alessandra Guerra, nelle schiere di Forza Italia abbondano i delusi. Ettore Romoli, il dimissionario coordinatore regionale di Forza Italia, afferma che in questa campagna elettorale «ne vedremo delle belle, perché si tratta del voto più importante di questa primavera ». Romoli ammette che su Pannella potrebbe riversarsi una parte dell'elettorato di Forza Italia, anche se lui per ora esclude un suo impegno politico al di fuori del partito azzurro.
Ferruccio Saro, politico friulano di lungo corso, è invece il dimissionario leader udinese di Forza Italia. «Una Lista Pannella c'è stata anche in passato nella nostra regione, in particolare a Trieste - ricorda Saro - e io vedo bene questa presenza. Per esprimere un giudizio sulla sua partecipazione a queste elezioni, dovrei saperne di più. Ad esempio, dovrei sapere se il candidato alla presidenza sarà Pannella o qualcun altro».

Data: 
Mercoledì, 12 March, 2003
Autore: 
Fonte: 
TRIESTE OGGI
Stampa e regime: 
Condividi/salva