You are here

Coraggio laico, in Provincia un’iniziativa dei radicali

Testo: 

C’è chi, fra i candidati goriziani, ha aderito pubblicamente al “Family day” e chi, invece, ha sostenuto la contromanifestazione “Coraggio laico”, organizzando in loco un incontro sul tema. A promuoverlo, manco a dirlo, sono stati i radicali, da sempre in prima linea quando si tratta di difendere o di far avanzare i diritti civili.
All’incontro, svoltosi in Provincia, c’era anche il presidente, Enrico Gherghetta, che ha voluto testimoniare la sua adesione ai contenuti dell’iniziativa. I lavori sono stati aperti dall’esponente radicale Pietro Pipi che ha subito lanciato una provocazione leggendo l’articolo cinque del manifesto del partito futurista di Martinetti «in cui – rimarca Pipi – c’è uno sferzante spirito anticlericale». Ancora più provocatoriamente ha chiesto se questo concetto fosse contenuto nel “manifesto” del costituendo Partito democratico. Gli ha risposto lo stesso Gherghetta, rimarcando che, sicuramente, «i temi riguardanti i diritti e le libertà individuali andranno coniugati con la solidarietà». Ha parlato di referendum e laicità il coordinatore regionale dei radicali, Marco Gentili, facendo un excursus storico sulle iniziative referendarie che hanno rappresentato delle vere e proprie svolte in Italia. E’ stato ricordato, in un intervento, anche il fondatore del Partito radicale, Ernesto Rossi. Era presente anche il candidato sindaco Donatella Gironcoli.

Data: 
Domenica, 13 May, 2007
Autore: 
(p.a.)
Fonte: 
MESSAGGERO VENETO - Gorizia
Stampa e regime: 
Condividi/salva

Commenti

"il coordinatore regionale dei radicali, Marco Gentili"...orpo, non lo sapevo!