You are here

NUOVO PRG: NO A VILLETTOPOLI PER SAN QUIRINO

Testo: 

"Riportiamo alla luce i confini e la storia dei centri storici oggi inglobati dall'espansione edilizia"

San Quirino, con le sue frazioni, con il suo centro storico, mantiene ancora un equilibrio urbanistico, cresciuto con successive stratificazioni nei secoli.
I recenti strumenti urbanistici, approvati da giunte di diverso colore negli ultimi vent'anni stanno cancellando questo libro aperto della nostra identità. Nel caso di San Quirino il patrimonio agricolo era integrato con i piccoli centri urbani sviluppati secondo modelli urbani a corte. Si era creato un giusto spazio ed equilibrio tra paesaggio urbano e paesaggio agrario.
Le direttive del nuovo PRGC proposte non fanno che accentuare invece il fenomeno dello spopolamento del centro storico e di un ulteriore sfruttamento del territorio agrario. Villettopoli avanza. Con un “consumo” di terreni agricoli, con un’usura del paesaggio che sta diventando impressionante.
Noi proponiamo invece il recupero di buona parte dei centri storici, con una formula che passa anche attraverso l’utilizzo dei fondi per l’edilizia popolare ed agevolata.
No dunque al modello abitativo fondato sull’annullamento del paesaggio a favore di una selvaggia speculazione edilizia. Un modello incivile e disordinato, no dunque al nuovo centro direzionale nella zona della Roiatta e no al modello di nuovi quartieri satelliti.
Per questo vogliamo coinvolgere tutti gli attori del problema, cittadini, associazioni, amministratori pubblici, per stimolare reazioni in grado di contrastare questa visione dissipatrice di quel patrimonio di tutti rappresentato dall’ambiente e dalla storia.

Autore: 
STEFANO SANTAROSSA
Condividi/salva