You are here

Blitz del presidente a Roma

Testo: 

UDINE. Il viaggio-lampo del presidsente Renzo Tondo nella capitale si è trasformato in un piccolo giallo, con la platea politica divisa in due. Da una parte i malevoli («è andato a piangere da Berlusconi per essere sicuro che la Guerra non gli soffi la candidatura»); dall'altra, i benevoli secondo cui si è trattato di una parentesi per uscire dallo stress regionale («Una visita lampo, quasi di routine con una capatina al circolo della dama»).
Tondo è partito l'altra sera è ed è tornata nella nottata di ieri. Stupito da tanto interessamento. Infastidito dalle telefonate di quanti gli chiedevano lumi sul volo nella capitale. Curiosità legittima, che lui stesso alla fine perlomeno riesce un minimo a giustificare. «Comunque - mette le mani avanti - non è assolutamente vero che mi sono visto con Berlusconi. Avevo da sbrigare alcune cose e tra un impegno e un altro ho dovuto affrontare anche l'intervista di un'emittente televisiva».
Insomma, Tondo è rientrato dalla capitale senza alcuna novità circa il suo futuro politico. E lui stesso ad ammettere che «la situazione non registra alcuna novità» e «che tutto è come prima. Insomma, è inutile che ripeta ogni giorno le stesse cose che, tra l'altro, già conoscete». Anche il quartier generale degli azzurri regionali e provinciali non pare né turbato, né incuriosito della "fuga" romana del suo candidato. «Una viaggio come tanti altri - assicura Ferruccio Saro, costretto a letto da una attacco influenzale -; avrà dovuto sbrigare qualche questione personale». Versione che coincide con quella fornita dal parlamentare friulano, Manlio Collavini. «So che era qui a Roma - dichiara - ma io non l'ho incontrato. Per quello che ne so è stato visto in largo Argentina dove ci sono le sedi di vari ministeri».
Parentesi chiusa, dunque. Da oggi Tondo è di nuovo operativo con un occhio rivolto agli adempimenti amministrativi e l'altro intento a scrutare l'orizzonte in attesa di segnali confortanti. (D.Pe.)

Data: 
Mercoledì, 29 January, 2003
Autore: 
Fonte: 
MESSAGGERO VENETO - Regione
Stampa e regime: 
Condividi/salva