You are here

IL CASO L’"ispezione" al carcere spacca lo Sdi

Testo: 

La visita nel carcere di Pordenone dell’onorevole Sergio D’Elia (Rosa nel Pugno), segretario della Camera dei deputati, e del segretario dei Radicali friulani Stefano Santarossa con successiva conferenza stampa, in programma lunedì, pur trovando d’accordo – nei contenuti – il segretario provinciale dello Sdi, Neppino Nosella, scatena polemiche: la Rosa nel Pugno s’è dimenticata della componente socialista, o meglio, a dire del segretario provinciale, ha invitato alla conferenza stampa conclusiva la persona sbagliata, non iscritta al partito.
«Sono contento che l’onorevole Sergio Dell’Elia e Stefano Santarossa “ispezionino“ il carcere di Pordenone – spiega Nosella – ma anche dispiaciuto perché lo Sdi non è stato coinvolto direttamente pur conoscendo, Santarossa, la mia sensibilità verso questa problematica». Per lo Sdi, infatti, alla conferenza stampa, come da invito, risulterà presente Fausto Tomasello, «esponente dello Sdi locale». Ma, precisa Nosella, «sollecitato da alcuni membri del direttivo, devo precisare che l’avvocato Fausto Tomasello non ricopre nessuna carica nel partito e non risulta iscritto. A settembre riparte la campagna adesioni, se vuole può farne richiesta». Al momento, quindi, «non rappresenta lo Sdi, forse altre formazioni politiche».
Nosella «contrariato», quindi, «perché a settembre la Rosa nel Pugno, dopo qualche mese di difficoltà, ripartirà sia a livello nazionale e conseguentemente a livello locale; saranno formati tavoli comuni e conferenze per addivenire a un unico partito: forse qualcuno vuol ritardare creare tensioni ed evitare la nascita della Rosa nel Pugno, come è accaduto alle recenti comunali. I socialisti, in una ricerca di unità, hanno lavorato per questo e continueranno a farlo».
E daranno vita alla costituente della Rosa nel Pugno assieme al Movimento giovanile socialista. Quest’ultimo movimento sarà organizzato da Fabio Greco. Lo Sdi, inoltre, lavora anche per la ricostituzione della Uil Giovani, a livello sindacale.
Si parte a briglie sciolte, quindi, «Sdi e Mgs daranno vita alla costituente della Rosa nel Pugno, in attesa che altri partiti o compagni condividano il percorso».
Nosella, «come segretario provinciale dello Sdi», conclude, «promuovo la costituente, assumendomi anche la direzione della stessa».

Data: 
Sabato, 26 August, 2006
Autore: 
(e.l.)
Fonte: 
MESSAGGERO VENETO - Pordenone
Stampa e regime: 
Condividi/salva

Commenti

Nella giornata del 23 agosto dell'iniziativa era stato avvertito Alessandaro Dario (segr. reg.le SDI), e avuta conferma della visita con SMS ieri alle 12.00 sono stati avvertiti ed invitati Dario, Rosanna Rovere (che ha risposto di non poter esserci perchè in vacanza) e Beppino Nosella. Questo mi ha subito risposto che il mio messaggio era arrivato troppo tardi!
Oggi leggo, basito, le sue esternazioni sulla stampa.