You are here

«Natalità, referendum sui fondi»

Testo: 

UDINE - Se la maggioranza regionale non modificherà la legge che stanzia fondi solo ai figli regolari, nati nel matrimonio, c'è chi, tra gli esponenti di Forza Italia, fonderà un comitato e raccoglierà le firme per promuovere un referendum abrogativo. Lo ha preannunciato ieri l'esponente forzista della provincia di Udine, Fausto Deganutti.
«Non riconoscere la parità di diritto ai bambini nati fuori dal matrimonio - ha detto - comporta una presa di coscienza che non deve essere considerata di parte. Stiamo parlando di diritti fondamentali dell'uovo: l'eguaglianza è un bene esenziale per il buon funzionamento della società».
Se dunque la legge sulla famiglia «di prossima discussione in commissione, non porterà correttivi a quella approvata in finanziaria, mi vedrò impegnato nella costituzione di un comitato per la raccolta di 30mila firme necessarie per richiedere il referendum abrogativo, come previsto dalla legge 270. Chi ha lottato per conseguire obiettivi di grande civiltà come il divorzio e l'aborto - ha concluso Deganutti - non può ora tirarsi indietro davanti a una norma che che riporta la nostra gente indietro di anni. È un fatto culturale - ha concluso Deganutti - che non può essere venduto a nessuna forma di populismo».

Data: 
Lunedì, 23 December, 2002
Autore: 
Fonte: 
MESSAGGERO VENETO - Regione
Stampa e regime: 
Condividi/salva