You are here

Referendum, Radicali in guerra

Testo: 

Sfida alla Regione: «O ci assegnate gli spazi elettorali o bloccheremo le operazioni»

(ldf) Referendum elettorale del 29 settembre: i radicali scendono in guerra. Sono gli spazi elettorali a mandare su tutte le furie Stefano Santarossa, responsabile provinciale del partito di Emma Bonino e Marco Pannella. «Ancora una volta - spiega - la lesione della legalità raggiunge le sue degenerazioni massime proprio lì dove massimo dovrebbe essere il suo rispetto. Da ieri e fino al 29 agosto le giunte comunali devono assegnare gli spazi da destinare alle affissioni di propaganda ai partiti, ai comitati promotori del referendum nonché ai gruppi fiancheggiatori.
I radicali presenti sia come Comitato promotore autonomo, sia come partito "Lista Bonino", forza politica presente con sette rappresentanti al Parlamento europeo sono rimasti esclusi dagli spazi di propaganda diretta».
E Santarossa spiega anche il perchè. «Tutto questo per effetto dell'interpretazione data alla circolare del 22 agosto 2002, emessa dalla Direzione regionale delle Autonomie locali. In tale documento - afferma l'esponente radicale - si è deciso arbitrariamente di concedere gli spazi elettorali solamente ai gruppi o partiti presenti in consiglio regionale, escludendo di fatto i radicali da tali spazi.
Inoltre non si concedono spazi nemmeno al comitato promotore dei radicali che ha partecipato attivamente alla raccolta firme e consegnato le sottoscrizioni al comitato presieduto dall'avvocato Malattia.
A questo punto - conclude - i radicali diffidano i responsabili della Direzione regionale delle autonomie locali della Regione a mantenere tale posizione e li invitano a far pervenire ai Comuni un'ulteriore circolare che allarghi la rappresentatività di tali spazi di propaganda diretta anche ai soggetti rappresentati al Parlamento italiano ed europeo. In caso contrario i radicali sono pronti a chiedere la sospensione di tutte le operazioni elettorali».

Data: 
Giovedì, 29 August, 2002
Autore: 
Fonte: 
IL GAZZETTINO - Pordenone
Stampa e regime: 
Condividi/salva