You are here

Bobo Craxi eletto nuovo segretario

Testo: 

Socialisti verso un'altra scissione: via anche Chiara Moroni e Caldoro
L'ex ministro: "Fate pure quello che volete, ormai non ha nessun valore"
Psi, De Michelis lascia il congresso
I sostenitori dell'uscita dalla Cdl vanno avanti e rinnovano il vertice

ROMA - Gianni De Michelis, Chiara Moroni e Stefano Caldoro hanno lasciato il congresso del Nuovo Psi dopo che il segretario ha dichiarato che "il congresso è nullo". "Ora non mi interessa quello che fanno gli altri - ha spiegato De Michelis - quella ora è solo un'assemblea". Gli "altri" sono però andati avanti e la componente del congresso che non ha abbandonato i lavori ha nominato Bobo Craxi nuovo segretario del partito.

Nomina che ovviamente chi ha disertato l'assise ora contesta. "Adesso ci sarà un'assemblea della mozione 1 - ha detto ancora De Michelis - il congresso non è valido, quelli rimasti facciano ciò che vogliono tanto non è legittimo". Un grande caos nel quale l'unica certezza sembra essere l'ennesima scissione in vista all'interno della "famiglia socialista".

Dopo che De Michelis, Chiara Moroni e il ministro Caldoro hanno preso la porta, il vicesegretario Bobo Craxi è intervenuto dal palco ed ha dichiarato che "il congresso prosegue". A quel punto in sala erano rimasti i sostenitori della mozione 1 (Craxi-Zavettieri). Franco Piro ha assunto la presidenza ed ha fatto votare l'ordine del giorno per l'uscita del Nuovo Psi dalla Cdl e per il ritiro della delegazione socialista al Governo.

Piro ha annunciato dal palco che l'ordine del giorno "ha ricevuto 580 voti a favore" e poi ha aggiunto: "Si intende pertanto sfiduciato il Presidente ed il segretario del Nuovo Psi". Piro ha quindi posto in votazione l'elezione di Bobo Craxi come segretario. "Craxi - ha poi annunciato Piro dal palco - è stato eletto con 10 astenuti".

Caldoro ha però messo in guardia chi è rimasto in sala. "Un congresso - ha avvisato - non si fa solo con una parte. Quello che stanno facendo Bobo e gli altri non è un congresso ma è una scissione". "Il simbolo - ha tenuto comunque a precisare - resta al segretario nazionale e quindi resta a noi, non può andare a Bobo".

Data: 
Domenica, 23 October, 2005
Autore: 
Fonte: 
WWW.REPUBBLICA.IT
Stampa e regime: 
Condividi/salva