You are here

Sui radicali lite di Boselli con Diliberto

Testo: 

Il problema di far entrare i Radicali nell'Unione, attraverso un accordo con lo Sdi, è un tema che divide il centrosinistra, al punto da far litigare sul palco della Festa nazionale dell'Unità Enrico Boselli con Oliviero Diliberto, ospiti ieri ad un dibattito insieme a Franco Marini e Marina Sereni. Il segretario del Pdci non ha nascosto la sua perplessità verso i Radicali fmo a dire che preferisce Mastella a Pannella.
Diliberto ha ricordato tra gli applausi che i Radicali si sono schierati per l'abolizione dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, mentre in politica estera «stanno con Bush».
Boselli, indispettito, ha replicato: «Ho trovato un atteggiamento più aperto da parte dei Ds, della Margherita e di Rifondazione Comunista. Il tema di allargare la coalizione è molto serio e l’unica pregiudiziale che ho chiesto a Pannella, spiega il leader dello Sdi, è che sia chiara la scelta di campo verso il centrosinistra visto che in passato i Radicali dicevano che "l'uno e l'altro pari sono"». Boselli si è detto anche «stupito» sul tema della omogeneità sollevato da Diliberto, «visto che l'Unione è una coalizione plurale». Poi è arrivato l'affondo: «Non parlare a me di diritti civili - dice Boselli - che ho sempre difeso i diritti a Guantanamo come all'Avana».
Diliberto, piccato, ha replicato: «Io non rimproveravo te, ma Pannella e non capisco perché quando pongo questioni di politica estera si tira sempre fuori Cuba: si vede non si hanno altri argomenti». Boselli: «Tu sei andato a Cuba a dare solidarietà ad un regime che in quel momento condannava a morte i dissidenti e prima di parlare a me di diritti civili conta fmo a dieci». Poi ll clima si è stemperato e Franco Marini ha mediato esprimendo «cautela» su Pannella che «può anche essere di stimolo all'Unione».

Data: 
Giovedì, 15 September, 2005
Autore: 
Fonte: 
LA STAMPA
Stampa e regime: 
Condividi/salva