You are here

REFERENDUM FVG. CAPEZZONE: VOTARE, VOTARE NO, FIRMARE LA PDL PER LA RIFORMA AMERICANA

Testo: 

Si è tenuta questa mattina a Trieste, presso il Circolo della Stampa, la conferenza di chiusura referendaria dei radicali. Presenti il segretario nazionale Daniele Capezzone e gli esponenti locali del movimento Christina Sponza, Gianfranco Leonarduzzi e Stefano Santarossa.
Alla conferenza stampa hanno preso parte Gianfranco Carbone e Piero Fornasaro, animatori a Trieste dell'iniziativa per il "Terzo Polo", che si sono schierati a favore dell'opzione americana, uninominale e maggioritaria, dei radicali.
Nel corso della conferenza stampa, Capezzone ha tra l'altro dichiarato:
"Quanto al voto di domenica, nonostante il silenzio che si è voluto far calare sulla campagna, è tutto chiaro.
Chi vota e vota no, vuole che il Presidente delle Regioni sia scelto dai cittadini; gli altri consegnano la scelta ai partiti.
Il no vincerà. Ma, subito, diffido il Consiglio regionale a non impapocchiare soluzioni pasticciate: rispetti il voto degli elettori.
Invece, nei 6 mesi di campagna per le elezioni regionali, occorre che ciscuno schieramento chieda il voto dei cittadini su un preciso modello istituzionale ed elettorale, per una legislatura che dovrà essere costituente.
I radicali proporranno il modello americano, con due mandati, con due investiture: una, diretta, per il Presidente-Governatore, e l'altra, anch'essa diretta, per i consiglieri regionali da eleggere in collegi uninominali.
Speriamo di poterlo fare insieme ad altre forze, per ridare una speranza a tanti elettori liberal, delusi dai due poli: la Casa della libertà, che sembra avere scelto la strada del suicidio politico, e l'Ulivo, impegnato solo ad infliggere al Polo una sconfitta, ma disinteressato ad un progetto riformatore americano".

Autore: 
STEFANO SANTAROSSA
Condividi/salva