You are here

Radicali: patto veloce per la Turchia nella Ue

Testo: 

Un sì deciso all'inizio dei negoziati di adesione della Turchia all'Unione europea: è questo il messaggio lanciato dalla conferenza internazionale dal titolo "Le ragioni di una scelta storica" che si è conclusa ieri a Bruxelles. L'incontro era stato organizzato dal partito Radicale in collaborazione con l'associazione "Non c'è Pace Senza Giustizia" e dal gruppo liberale dell'europarlamento cui aderiscono Marco Pannella ed Emma Bonino, in vista della decisione che il Consiglio europeo dovrà prendere il 17 dicembre prossimo in merito all'inizio dei negoziati con Ankara.
A questo proposito, l'ex commissario europeo Emma Bonino ha ricordato che la commissione Affari esteri dell'europarlamento si è già espressa in modo chiaro a favore dell'inizio dei negoziati "senza ritardi inutili", come si legge nella relazione Eurlings che sarà esaminata nella prossima sessione plenaria a Strasburgo, e "in buona fede con l'obiettivo dell'adesione". Secondo la Bonino, per fortuna sono state scartate le ipotesi parallele di possibili partnership speciali o altre forme di associazione al posto del vero e proprio processo di adesione.
Le resistenze nei confronti della Turchia, ha sottolineato, "girano sempre intorno a quattro questioni: Cipro, i curdi, l'Armenia e più in generale i diritti umani". In realtà, ha aggiunto, quando si parla di Turchia ci si trova spesso di fronte a una "non conoscenza se non a un pregiudizio".

Data: 
Mercoledì, 8 December, 2004
Autore: 
Fonte: 
L´OPINIONE
Stampa e regime: 
Condividi/salva