You are here

Bonino: banale parlare di seggi I radicali aprono anche alla Cdl

Testo: 

ROMA - Per Emma Bonino la candidatura alle elezioni Europee nella lista Prodi non è all'ordine del giorno: «Le questioni che noi radicali poniamo non possono essere ridotte alla vicenda banalizzante di un seggio a Strasburgo», fa sapere a quanti nel centrosinistra avevano caldeggiato (o in alcuni casi temuto) la sua presenza nelle file del triciclo. Prima di parlare di candidature, dice l'ex commissaria Ue, bisogna confrontarsi sui programmi. E per questo, in attesa dell'incontro tra Marco Pannella e Giuliano Amato, protagonisti nei giorni scorsi di un botta e risposta epistolare, i radicali organizzano una Convenzione di due giorni aperta a entrambi gli schieramenti.
L'appuntamento è per il 27 e 28 marzo: «Invitiamo tutti a dare il loro contributo - spiega Pannella -, sarà un confronto utile non solo in vista delle elezioni ma anche per favorire la rinascita democratica dei poli».
L'incontro, precisa il leader radicale, «è aperto a tutti visto che quanto ho proposto ad Amato è quello che mi sarei sentito di proporre anche all'altro polo, se avesse avuto un referente come Giuliano». Pannella fa notare che «quella letterina» ha consentito alla Casa delle Libertà «di esprimere un'esigenza che qualcuno sentiva addirittura fortissima di confronto con noi, ma che a noi era piuttosto sconosciuta». E aggiunge Emma Bonino che qualche risposta «sta arrivando anche dalla Cdl». A partire, sottolinea, dalla disponibilità data dal ministro Frattini al progetto «Non c'è pace senza giustizia» sostenuto dai radicali.

Data: 
Sabato, 6 March, 2004
Autore: 
Fonte: 
CORRIERE DELLA SERA
Stampa e regime: 
Condividi/salva