You are here

Legge 1514: Luca Coscioni a Montecitorio

Testo: 

di Luca Coscioni

Pubblichiamo l'intervento di Luca Coscioni, presidente dell'Associazione e presidente dei Radicali italiani, a Radio radicale, in vista della votazione finale della legge 1514 sulla fecondazione assistita.

Buongiorno a tutti gli ascoltatori di Radio radicale. Questa è la prima mattina di una serie di mattine in cui sentirete, forte, la mia unica, vera, integrale voce metallica, per alcuni minuti. Spero di farvi cosa gradita. Parto oggi da una considerazione offertami dalla rivelazione biblica: se la radicalità della bioetica cristiana si fonda sull'esatto senso antropologico dell'uomo, che lo considera come immagine e somiglianza di Dio, in Gesù Cristo, in virtù di questo senso l'uomo deve essere considerato e deve agire.
Dunque la dignità dell'uomo, spetta senza dubbio, all'uomo in quanto persona. Qual è il significato della parola persona? Il significato, come anche Dionigi Tettamanzi, nel suo Dizionario di Bioetica, scrive: "persona significa capacità dell'autodominio e alla responsabilità personale, a vivere nella verità e nell'ordine morale"?ed ancora: "la persona non è un che di natura psicologica, ma esistenziale".
Poi, con un balzo indietro, scrive che la "persona può essere anche nascosta, come nell'embrione, ma già vi è". Allora come può un embrione avere la capacità di autodominio, possedere responsabilità personale, vivere nella verità e nell'ordine morale? Quindi mi sono chiesto più volte, e ora chiedo a voi, se tale significato della dignità umana, della persona, può appartenere all'embrione allo stesso titolo, con medesima forza, con medesimo appello alla sua responsablità e al suo impegno, di un uomo, di un individuo, di una persona, di una coscienza?
I 30.000 embrioni crioconservati abbandoneranno presto i laboratori dei centri di fecondazione assistita e saranno gettati nella spazzatura, perché tra pochi giorni la legge 1514 sulla procreazione medicalmente assistita sarà definitivamente approvata. La sacralizzazione dell'embrione, con l'elevazione dello stesso a persona, impedirà lo sviluppo della scienza sperimentale sugli embrioni, con la crudele e feroce conseguenza della uccisione della speranza, per la vita, per la cura di milioni di malati. Io, Luca Coscioni, con l'Associazione che porta il mio nome, sarò fisicamente presente, quel giorno, davanti alla Camera dei Deputati per ascoltare, ma non accettare la condanna a morte, di milioni di malati, che tale legge sta per proclamare.

Data: 
Mercoledì, 4 February, 2004
Autore: 
Fonte: 
L´OPINIONE
Stampa e regime: 
Condividi/salva