You are here

I Radicali raccolgono le firme per le loro liste

Testo: 

Le firme possono raccoglierle, ma devono lasciare pulito e non fare volantinaggio. Sono le condizioni poste dall'amministrazione Fazio per la nuova iniziativa politica dei Radicali. Dal prossimo sabato, potranno posizionare il loro tradizionale banchetto in Via Fardella, per dare vita ad un metodo di primarie diverso rispetto a quello che sta coinvolgendo in un dibattito sempre più acceso le forze del centrosinistra.
I Radicali, le loro primarie, sono pronti a farle con i potenziali elettori e non con i delegati della coalizione e la ripartizione tra i partiti. Intendono partecipare alla prossime elezioni amministrative per il rinnovo del Consiglio e della presidenza della Provincia regionale. Ma per farlo hanno bisogno di raccogliere le firme ed avere un consenso preliminare da parte dei cittadini.
La "base" dei Radicali sarà all'opera per tre fine settimana consecutivi, poi si sposterà negli altri collegi elettorali. Si può firmare senza aderire alla politica dei Radicali. Ma un risultato positivo nella raccolta delle firme, alzerebbe le quotazioni di un movimento che ha vissuto, anche nel territorio trapanese, alterne vicende elettorali e politiche.
Il gruppo guidato da Giacomo Augugliaro è pronto a fare la sua parte. Con la raccolta delle firme, potrà presentare la lista per il Consiglio ed ha le idee chiare sulla presidenza della Provincia. Il confronto con gli altri schieramenti politici sarà soltanto sul programma e sulle scelte amministrative. Se non ci saranno le condizioni per trovare un'intesa, la candidatura alla presidenza di un esponente dei Radicali diverrà una scelta obbligata. Potrebbe essere Augugliaro ad affrontare la competizione elettorale per testimoniare un'alternativa alla Casa delle Libertà ed allo stesso centrosinistra.
V. M.

Data: 
Venerdì, 9 January, 2004
Autore: 
Fonte: 
LA SICILIA
Stampa e regime: 
Condividi/salva