You are here

Pannella presidente e coordinatore

Testo: 

Marco Pannella è stato eletto presidente-coordinatore del Partito Radicale Transnazionale durante il 38° congresso che si è chiuso ieri a Ginevra; al presidente, informa una nota, «sono affidati i poteri di segretario e tesoriere nell'esecuzione del mandato congressuale».

Marco Pannella, nel discorso di accettazione della candidatura, ha detto di essere convinto di poter dare «un bell'apporto» al partito. «Nel suo invito -ha detto Pannella- Emma Bonino non ha mai usato l'espressione "l'unico candidato", ma "quello più adeguato e il migliore dei candidati possibili". Francamente in questo momento non mi è sembrato sbagliato».

«L'obiettivo -ha aggiunto Pannella- è di avere la seconda fase del Congresso se possibile all'inizio di novembre. Questo è il termine di lavoro. L'altro obiettivo è che il Congresso di novembre veda almeno mille iscritti al Partito radicale transnazionale»E intanto i radicali hanno anticipato che «l'Italia sarà denunciata alla Commissione diritti umani dell'Onu»: l'annuncio è venuto dai Radicali Italiani alla vigilia dell'intervento che oggi il segretario Daniele Capezzone terrà a Ginevra, durante il congresso del Partito radicale transnazionale. Capezzone esporrà il «caso Italia -ha dichiarato lo stesso Capezzone- per il funzionamento della sua giustizia (solo nei primi due mesi di quest'anno abbiamo subito condanne al ritmo di quattro al giorno dinanzi alla Corte europea dei diritti dell'uomo). Ma la situazione si farà ancora più pesante quando le Corti internazionali si faranno carico di monitorare lo stato dei diritti politici dei cittadini italiani. È quanto chiederemo alla Commissione diritti umani dell'Onu».

L'elenco delle violazioni contestate dai radicali è lungo: «giurisprudenza della Corte costituzionale in materia di referendum; referendum traditi; esiti referendari determinati da morti e fantasmi; liste elettorali presentate con firme false o irregolari; lesione continuata dei fondamentali diritti dei cittadini a cominciare da quello a "conoscere e deliberare"; infine, il mancato plenum della Camera dei Deputati e della Corte costituzionale».

Data: 
Lunedì, 8 April, 2002
Autore: 
Fonte: 
IL GAZZETTINO
Stampa e regime: 
Condividi/salva