You are here

SOLIDARIETÀ - I Radicali al fianco della Gella

Testo: 

«I recenti fatti di cronaca costringono i Radicali a prendere atto, con indicibili disgusto e incredulità, che gli episodii d'intolleranza verso gli omosessuali non sono relegabili alle pagine ingiallite dei libri di storia inquisitoriale, ma che esistono ancora dei nefandi retaggi di questa tradizione, che noi avremmo voluto estinta».

È la nota, firmata da Arianna Nadalutti, sul caso Gella. «L'associazione - prosegue - si è vista costretta a non rendere più pubblico il luogo delle proprie riunioni.
La sua sede a Fiume Veneto ha subito un incendio, atti vandalici e vari tentativi di furto nell'arco di un mese. Le forze dell'ordine hanno mancato di sollecitudine, favorendo così il clima d'intolleranza.
Ma fino a che punto è sensato colpevolizzare le forze dell'ordine, se queste non fanno altro che rappresentare uno Stato che per primo non riconosce pari diritti e pari dignità legislativa? La grande colpa delle coppie omosessuali è di non rientrare nell'angusto modello della coppia cattolica: fedele, monogamica, rigida. I Radicali rappresentano l'unico movimento che non ha mai messo in discussione il suo laicismo, a tutela non solo degli atei o agnostici, ma anche dei credenti veri».

Data: 
Venerdì, 8 February, 2002
Autore: 
Fonte: 
IL GAZZETTINO - Pordenone
Stampa e regime: 
Condividi/salva