You are here

Radicali allo sciopero della fame

Testo: 

Sesto giorno di sciopero della fame per Daniele Capezzone, segretario dei Radicali italiani, che ha voluto così denunciare «i privilegi dei magistrati e i furti dei partiti italiani» in occasione dei 10 anni dall'inizio di Tangentopoli. «Ho deciso di fare lo sciopero della fame - ha detto - per chiedere che si apra un dibattito sulle 25 proposte di legge che abbiamo presentato di cui 5 in materia di giustizia».
Per il segretario dei Radicali «ci sono due cose che non vengono dette. Con l'attuale legge sul finanziamento dei partiti, in tre anni i partiti portano a casa 770 miliardi di lire. E poi non si parla dei privilegi dei magistrati, pari solo a quelli di certi giornalisti: dopo l'esame di stato non c'è più verifica e avanzano per scatti automatici e dopo 28 anni di servizio percepiscono stipendi di 200 milioni di lire, incassando poi miliardi attraverso i giudicati». «Siamo a favore dei magistrati che non si riconoscono in una corporazione».

Data: 
Domenica, 24 February, 2002
Autore: 
Fonte: 
IL GIORNO
Stampa e regime: 
Condividi/salva