You are here

DEBORA SERRACCHIANI, LA SVOLTA RADICALE CHE SERVE DOPO LA RIELEZIONE DI NAPOLITANO

Testo: 

Debora Serracchiani ha preso le distanze dal PD nazionale sulla vicenda della rielezione di Giorgio Napolitano. Ha infatti dichiarato: “Dobbiamo capire che dalle ceneri di queste votazioni deve nascere un Pd completamente rinnovato. Ma prima ci spieghino come siamo passati dal sì a Marini, al no a Prodi e pure quello a Rodotà”.
Più volte si è espressa a favore della candidatura di Emma Bonino, anche ieri a Radioradicale, ma le faide interne al PD hanno impedito tale scelta che risultava assolutamente popolare e voluta in tutti i sondaggi.
Domani e lunedì va premiata la candidata alla presidenza che cambierà la rotta per la nostra regione: dopo aver imposto l'uscita di Moretton e compagni dal PD, ha scelto il rinnovamento e la svolta anche con la candidatura di tre radicali nelle liste a suo sostegno in nome della trasparenza, più diritti civili e uno stop al dissennato consumo del suolo (legge urbanistica green).
Il fatto che alla guida della Regione Friuli Venezia Giulia ci possa essere una figura competente, con esperienza in campo europeo, innovatrice nel campo economico e sui diritti civili e donna capace, in una regione che ha sempre discriminato il genere femminile, sarebbe un segnale importante di svolta positiva per uscire da questa fase di crisi.

Autore: 
STEFANO SANTAROSSA, candidato della lista Cittadini per Debora Serracchiani
Condividi/salva