You are here

CIAO ITALO.

Testo: 

Il movimento gay friulano sta vivendo una stagione emozionante, passando da un successo dopo l'altro, dalle trascrizioni dei matrimoni omosessuali contratti all'estero al riconoscimento del TAR di Roma degli errori commessi dai Prefetti che non potevano cancellarli, dal riconoscimento del diritto della coppia gay pordenonese di accedere al 'contributo regionale prima casa' alla collaborazione con la Regione sul progetto scuola contro il bullismo omofobico che coinvolgerà oltre 2.000 studenti in soli 4 mesi.

Travolti da tanto lavoro rischiavamo di dimenticare che oggi, 11 marzo, è il quarto anniversario della morte di Italo Corai, che con le sue battaglie, in anni in cui dirsi omosessuale costava tanta più fatica, ha aperto la strada alle nostre conquiste. Perciò invitiamo tutta la comunità pordenonese, di qualsiasi genere e orientamento sessuale, a ricordare per un attimo uno dei sui figli migliori, certi della civiltà che Pordenone ha saputo esprimere in questi anni anche grazie all'insegnamento di Italo.

L'unica amarezza è che non abbia potuto gioire con noi in queste ultime battaglie storiche che vedono Pordenone fra i protagonisti nazionali dei diritti civili, ma è a Italo che continuiamo a dedicare il nostro impegno.

Data: 
Mercoledì, 11 March, 2015
Autore: 
Giacomo Deperu - Presidente Arcigay Friuli "Nuovi Passi" Udine e Pordenone
Fonte: 
Pagina facebook di Giacomo Deperu
Stampa e regime: 
Condividi/salva